.
Annunci online

ilsegnob
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



Una ragazza genio della comunicazione?
7 settembre 2008



Girando su youtube si trovano strane cose,ma non avrei mai creduto di farmi incantare da una ragazzina che,nella sua stanza,non fa altro che fissare la webcam,per quattro minuti.
Certo,incuriosito dall'impressionante numero di click di un video il cui titolo era un indecifrabile ideogramma con un numero,ho pensato:"farà qualcosa".
E,invece,no!
Non si sa quanti anni abbia,potrebbe averne 18 come 14.

Ha i modi aggarbati,non si spoglia e non ammicca.
Nei suoi vari video,tutti cliccatissimi,la potete vedere mentre mangia una fettona di pizza e ripete il giapponese,mentre colloquia con un'amica,dopo averla presentata e,naturalmente...fissare la webcam.



permalink | inviato da lugixxo il 7/9/2008 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
vita scolastica
Storie scolastiche ... non verificabili.
25 luglio 2008
Racconto di una ex-insegnante:

Una volta ad uno studente morì il padre e smise di studiare.A fine anno si doveva decidere cosa farne.Dopo cinque minuti una insegnante prese la parola e suggerì di bocciarlo comunque perchè,altrimenti,gli altri studenti avrebbero potuto fraintendere:questi potevano pensare che,uccidendo i propri genitori,potevano ottenere una promozione non meritata!
L'anno successivo il ragazzo nel banco sembrava uno zombi,guardava avanti senza rispondere a nessuno stimolo.Dopo tre mesi lasciò la scuola.

Morale:da dove vengono queste metodologie distruttive di ogni componente psichica e sociale di un individuo?



permalink | inviato da lugixxo il 25/7/2008 alle 13:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Che fine ha fatto Ricàrdo(con una c)Levi?
19 febbraio 2008
Il fatto che ambigui personaggi come Polito siano ricandidati nelle liste del PD mi inquieta.
Mi piacerebbe sapere che fine ha fatto Ricàrdo ( con una c ) Levi,l'amico segreto del portavoce dello psiconano.
Sarà candidato col PD?




permalink | inviato da lugixxo il 19/2/2008 alle 17:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
La scuola dei suicidi.
8 febbraio 2008
Quando si sente parlare ufficialmente della scuola di solito se ne sente parlare bene.La scuola è,a detta di tutti,la soluzione ad ogni problema.Questo perchè,di solito,si confonde il meccanismo scolastico(gli insegnanti,i metodi d'insegnamento,il complesso del modello scolastico...)con la cultura...e lo si fa apposta.Siamo un paese d'ignoranti?Beh ci vuole più scuola,magari più severa e selettiva...il che non significa niente.Anche la chiesa per secoli ha cercato di identificarsi direttamente con Dio,ma c'è riuscita solo in parte.La destra estrema,la destra,il centro,la sinistra,la sinistra estrema e altri hanno posizioni differenti riguardo la chiesa,ma non nei confronti della scuola.
Sentirete molti parlare dei preti pedofili,ma non dei suicidi.Sentirete parlare di un ragazzino molestato da un frate,ma non di un ragazzino che si toglie la vita perchè l'insegnante gli ripete che non concluderà nulla nella vita o peggio.
cordiali saluti



permalink | inviato da lugixxo il 8/2/2008 alle 1:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Beppe Grillo a Napoli.
5 febbraio 2008
IL GIORNO DEL RIFIUTO

LA PIU' GRANDE GIORNATA D'INFORMAZIONE CHE SI SIA MAI VERIFICATA
DALLE 12 A MEZZANOTTE IN PIAZZA DANTE IL 23 FEBBRAIO
CI SARANNO TUTTI MA PROPRIO TUTTI DA BEPPE GRILLO A FRANCA RAME, DA MAURIZIO PALLANTE A PAUL CONNETT.
E IN PIU' MUSICA PER TUTTI I GUSTI DA BENNATO A GRAGNANIELLO




permalink | inviato da lugixxo il 5/2/2008 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfiducia ad orologeria.
27 gennaio 2008
Tutto inizia alla fine della legislatura berlusconiana.Berlusconi,sapendo di perdere le elezioni,vara una nuova legge elettorale che,tra i tanti problemi che provoca, espropria i cittadini(anche i suoi elettori)della possibilità di scegliere i candidati da mandare al parlamento.Questa legge elettorale crea da subito un incredibile svantaggio all'oppositore centro-sinistra il quale è costretto a fare strambe alleanze pur di avere qualche possibilità di vittoria.Una tra tutte De Gregorio,il quale,dopo pochissimi mesi,cambia casacca e torna all'ovile.La legge elettorale dà un potere enorme ai partiti più piccoli,anche quelli formati da singole persone.Vinte le elezioni,in un clima di sospetto che le elezioni siano state truccate,inspiegabilmente Mastella diventa ministro della giustizia.Mastella impedisce qualsiasi legge sul conflitto d'interessi e sul riordino del sistema radiotelevisivo,mentre,contemporaneamente,vara leggi impopolari come l'indulto.L'indulto produrrà due effetti,uno positivo su alcuni personaggi come la moglie di Dini,Previti,Ricucci e la stessa Wanna Marchi(se non mi sbaglio),l'altro terribilmente negativo,con la liberazione senza alcun controllo di personaggi che tornano a delinquere in modo serio(rapine,stupri,assassini...).Al governo di centro-sinistra è sempre permesso fare leggi impopolari,che,però rimpinguano le casse dello stato,svuotate dal precedente governo(a nessun governo conviene mettere tasse senza motivo!).
Quando le casse incominciano ad essere piene,nel momento in cui il governo incomincia a discutere di come distribuire le risorse,nel momento in cui i sondaggi registrano il punto di minima fiducia nel centro-sinistra,con le redini del sistema comunicativo ancora ben strette nelle mani dell'avversario,più forte che mai,Mastella fa cadere il governo...
Berlusconi,non io,la chiamerebbe "sfiducia ad orologeria".
Cordiali saluti.



permalink | inviato da lugixxo il 27/1/2008 alle 13:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Aperta richiesta a Fioroni sui suicidi scolastici.
11 dicembre 2007
Nell'ultimo post ho parlato del caso dei suicidi.In particolare del suicidio di quel povero ragazzo che sarebbe vittima del bullismo.
Parlo molto genericamente.
Si è saputo per caso(la madre lo ha sempre detto,inascoltata,in qualsiasi intervista in tv) che in quella scuola si sono suicidati 10 ragazzi,10!!!
Chiedo di conoscere il vero stato della scuola italiana non solo riguardo al profitto dei ragazzi,ma quelli che io considero gli effetti collaterali della scuola,almeno quelli più gravi come il suicidio.
Quanti sono i suicidi per cause scolastiche?
Esistono responsabili che non siano il papà,la mamma,i compagni bulli o il suicida stesso?

Cordiali saluti.

p.s.:
d'ora in poi cercherò di scrivere i post più brevi possibile.
 



permalink | inviato da lugixxo il 11/12/2007 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
vita scolastica
suicidi e giornalisti "scolastici".
1 dicembre 2007
Qualche giorno fa,in una trasmissione  mattutina di raitre,si è parlato per l'ennesima volta di bullismo.Esaurito l'argomento 35-enni bamboccioni,succhiasangue e senza voglia di lavorare(ma è sempre una top ten!),l'età si abbassa.
Bisogna prenderli quando sono ancora più piccoli,così è da un pò di tempo che vediamo immagini di ragazzi che scagliano banchi,fumano erba in classe e toccano il culo di insegnanti un pò troppo sbadate!Su internet c'è ben altro e non è necessario andarselo a cercare apposta.
Ma torniamo alla trasmissione:ad un certo punto si parla del suicidio del povero ragazzo(dico molto seriamente) e si intervista la madre.Gli elementi stavolta per parlare del suicidio di uno studente ci sono tutti:il ragazzo è vittima dell'emarginazione da parte dei suoi compagni,ha ottimi voti,insomma non c'entra la scuola nè gli insegnanti.
La madre viene intervistata mentre i sottotitoli e il grande schermo mostrano incessantemente le parole chiave vittima e bullismo.E' la seconda volta che vedo questa madre coraggiosa(dico molto seriamente) che viene intervistata in questo modo e per la seconda volta non parla contro i compagni ma della scuola.Dice che è il decimo suicidio in quella scuola,il decimo!Lo dice con la speranza che chi le sta davanti possa capire la gravità della cosa.Ma chi le sta davanti non ascolta,rimane in silenzio,poi continua a parlare di bulli.La madre insiste sul fatto che la scuola si è chiusa su se stessa,ma la giornalista è su tutt'altra pista.
Noi non sappiamo quanti sono i suicidi per motivi scolastici nel nostro paese.
Se il suicida fosse stato a causa di un cattivo voto o peggio di una bocciatura,non se ne sarebbe neanche parlato(tema scomodo!) oppure se ne sarebbe parlato,poco,come di un imbecille,uno che aveva sicuramente altri problemi suoi personali,magari derivati dalla famiglia.
Non avremmo mai visto titoli come "scuola assassina" o "scuolopoli",titoli che piaccioni tanto ai giornalisti quando si parla della povera gente o di fasce deboli della popolazione.
I soliti psicologi,infine,(sempre più presenti in tv) ci avrebbero spiegato che quando un ragazzo sceglie un tipo di scuola deve anche essere adatto a quel tipo di scuola.
Rieccoci ,per finire,al tema trattato nello scorso post:una persona che è stata legittimata dal sistema scolastico,affine a quel sistema scolastico,non penserà mai che quel sistema scolastico possa fare errori.
In questo senso la scuola è una produttrice di "scolastici".





permalink | inviato da lugixxo il 1/12/2007 alle 13:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
vita scolastica
Incontestabile prodotto della scuola.
18 novembre 2007
Quando si parla di problemi della scuola di solito ci viene mostrata l'immagine di un ragazzo che scaglia un banco in faccia ad un insegnante.Una cosa come questa è piuttosto grave ed è senz'altro un problema.Sempre più spesso,a partire da episodi come questi,sentiamo parlare di selezione e meritocrazia.Personalmente queste due parole mi mettono i brividi.Sulla meritocrazia bisognerebbe fare un lungo discorso a parte.Diciamo che la meritocrazia la si potrebbe applicare a tutti gli idraulici della tua città.Ti si rompono le tubature di casa e tu scegli l'idraulico che sa lavorare meglio e che ti fa un giusto prezzo.Lo premi chiamando sempre lui e lui lavora e guadagna di più.
In questo caso il giudice sei tu.
Ma cos'è la meritocrazia a scuola?
La risposta sembra semplice:chi studia di più ha i voti più alti,è più capace degli altri e merita di proseguire i suoi studi,gli altri no.In realtà non è così semplice.La storia,almeno quella piccola parte ancora non revisionata o cancellata,ci dimostra che gli insegnanti sbagliano spesso e clamorosamente.C'è un famoso premio nobel italiano bocciato due volte e che gli insegnanti credevano avesse dei seri disturbi mentali.Se ci fossero state le leggi meritocratiche o se questo tizio avesse creduto ai propri insegnanti avremmo almeno un nobel in meno.
Ma la questione è un'altra.Molti dei potenti che noi quotidianamente contestiamo per varie ragioni sono il prodotto del sistema scolastico,che ci piaccia o no.
Questi personaggi hanno una fortissima legittimazione proprio data dal percorso scolastico e,per questo,sono poco attaccabili da qualsiasi argomentazione possiamo mettere in campo contro di loro.
Tra questi ci sono coloro che parlano di riforma scolastica e per riforma scolastica intendono proprio la riproposizione di quel modello a cui loro stessi sono affini.
cordiali saluti.   
    



permalink | inviato da lugixxo il 18/11/2007 alle 19:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
vita scolastica
Incontestabile prodotto della scuola.
18 novembre 2007
Quando si parla di problemi della scuola di solito i mass media ci fanno vedere dei ragazzi che spaccano banchi,picchiano i compagni o che non ci sanno dire la data di nascita di Giuseppe Garibaldi.Tutto questo viene usato per convincerci che la scuola deve tornare ad essere com'era prima,senza nessun tipo di cambiamento.Parole come selezione e meritocrazia oggi invadono sempre più ogni spazio di ogni programma televisivo.
Sulla meritocrazia ci sarebbe da discutere a parte,ma mi piacerebbe sapere cosa significa meritocrazia a scuola.La meritocrazia forse si può applicare all'idraulico che viene a rifarvi le tubature.Un idraulico che vi fa un buon lavoro ad un prezzo corretto è più meritevole di un idraulico che non vi fa un buon lavoro e che vi imbroglia.In questo caso il giudice è il cliente stesso.
Di meritocrazia di questo tipo oggi se ne vede ben poca.
Ma a scuola il merito passa necessariamente per il giudizio dell'insegnante.La storia,quel poco che non è stato ancora revisionata o cancellata,ci dice che gli insegnanti sbagliano,spesso e clamorosamente.
Ma la questione è un'altra:chi è che cerca oggi di convincerci a tornare alla scuola di prima,senza nessun tipo di discussione?
Ebbene,la prima cosa da dire è che la società in cui viviamo oggi,con tutti i suoi problemi e le sue contraddizioni,è stata costruita così non dagli asini,non dai ragazzi che buttano i banchi in aria in classe,ma dalla scuola.Quei personaggi che fortemente critichiamo sono il prodotto della selezione scolastica.Per ognuno di loro ce ne sono stati almeno altri cento scartati e dimenticati.
Il senso di legittimazione che il percorso scolastico ha conferito loro li rende anche meno attaccabili attraverso ogni genere di argomentazione.
Dura veritas sed verirtas.
saluti.



permalink | inviato da lugixxo il 18/11/2007 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio